News

Progetto Antartide: noi siamo con loro!

Tutti parlano di quanto sia urgente salvare il pianeta; come un paziente per preservarne la salute o curarne le malattie necessità di una diagnosi. Per questo Miur, CNR ed ENEA collaborano e finanziano programmi di ricerca e studio nei laboratori delle Stazioni Scientifiche antartiche e sulla nave cargo-oceanografica Italica.

Da ottobre a febbraio, durante l’estate antartica, è in piena operatività la Stazione Mario Zucchelli costruita lungo la costa della Terra Vittoria settentrionale tra le lingue dei ghiacciai Campbell e Drygalski. La Stazione, gestita dall’ENEA – agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile – per conto del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide, dispone di una superficie coperta di oltre 7.500 m², offrendo ospitalità fino a 80 persone per le sue attività di ricerca nei campi della chimica, biologia, geologia, elettronica, ed è anche un importante supporto logistico ai ricercatori che operano nella più remota base italo-francese Concordia. Un piccolo villaggio pensato per persone, laboratori e servizi di prima necessità, dalla dissalazione dell’acqua, la produzione di energia, fino ai servizi sanitari. Al 2016, è arrivata ad ospitare 32 spedizioni scientifiche (1985-2017), che negli ultimi anni hanno raggiunto una media di 250-300 ricercatori all’anno.

E come ogni villaggio, produce rifiuti, che nello spirito del rispetto dell’ambiente vengono attentamente ridotti e selezionati e differenziati. In relazione alle loro caratteristiche vengono gestiti in loco per incenerimento, ove non possibile trasportati in Italia.

I primi di aprile la Nave Oceanografica Cargo “Italica” approda al porto di Ravenna, con il suo carico prezioso di informazioni e dati per le attività routinarie di collegamento e approvvigionamenti, portando anche i rifiuti da smaltire: circa 150 tonnellate delle più disparate tipologie vengono quindi scaricati a terra.

Ed è qui che entriamo in gioco noi! La Cart, ha seguito per 4 giorni con uno staff tecnico direttamente presso il Porto di Ravenna le operazioni di carico sugli automezzi e coordinamento logistico con le destinazioni, supervisionando la movimentazione di un totale di 18 unità tra container e compattatori mobili. All’arrivo presso l’impianto La Cart di Rimini, un secondo staff tecnico-operativo, composto da una decina di tecnici ed operai, unitamente alla supervisione dell’ Autorità Competente (ARPAE), ha svolto la ricezione e le attività preliminari di smistamento delle varie tipologie, affinché ogni rifiuto fosse avviato al corretto impianto e trattamento. Un lavoro a margine di un grande progetto di ricerca, nondimeno necessario, importante ed impegnativo.

Congratulazioni La cart, azienda eccellente!

Un altro passo importante!

Credendo nel costante miglioramento di noi stessi, abbiamo voluto che le nostre prassi operative, in ambito della sicurezza sul lavoro, fossero accreditate e certificate, rendendo quello che per noi era già un naturale impegno quotidiano, uno standard ufficialmente riconosciuto. Così a maggio di quest’anno abbiamo ottenuto il certificato che attesta l’adozione dei modelli e degli standard della sicurezza sul lavoro definiti dalla Norma internazionale OHSAS 18001:2007 in tutte le fasi della nostra attività.

Implementare e mantenere alte le performance qualitative di servizi resi al cliente, di correttezza ambientale e di attenzione alle persone è un dovere ed una responsabilità che noi di la cart sentiamo prioritaria. Se è vero che questo ci impegna, non si può dire che non ci abbia premiato!

A Novembre 2016 l’ente certificatore Certiquality ha infatti insignito la cart del Riconoscimento di Eccellenza Gestionale, una sorta di approvazione e congratulazione in merito ai nostri sistemi di Qualità, Ambiente e Sicurezza.

Questo ci lusinga e ci sprona ad adempiere sempre al meglio il nostro lavoro.

Clicca qui per visualizzare o scaricare il certificato

Un nuovo capitolo nella storia di La Cart

La Cart si dimostra da oltre 50 anni un’azienda dinamica e all’avanguardia nella gestione integrata dei rifiuti, costantemente al passo con le normative e le certificazioni in materia ambientale. Oggi più di ieri è pronta ad affrontare le sfide del futuro, grazie ad un gestionale ottimizzato e a tecnologie sempre più avanzate.

Un nuovo logo e un nuovo sito sottolineano questa importante evoluzione di La Cart. L’intento è quello di andare sempre più incontro alle esigenze del cliente e introdurre i servizi appena messi a punto: come l’efficiente “Minimicro”, per interventi di smaltimento su misura, e tante altre funzionalità rivolte a semplificare la gestione contabile dell’utente.

Buona navigazione!

Nuova autorizzazione al trasporto

La Cart per poter svolgere i servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e speciali pericolosi e non pericolosi è iscritta, con provvedimento di iscrizione n. BO/00772, all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali della Sezione Regione Emilia Romagna per le seguenti categorie:

  • Categoria 1 classe C (raccolta e trasporto rifiuti urbani e assimilati per popolazione servita compresa fra 50.000 e 100.000 abitanti) – validità dal 30/05/2016 al 30/05/2021;
  • Categoria 5 classe D (raccolta e trasporto rifiuti pericolosi prodotti da terzi per quantità comprese tra 6.000 e 15.000 tonnellate/anno) – validità dal 30/05/2016 al 30/05/2021;
  • Categoria 4 classe C (raccolta e trasporto rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi per quantità comprese tra 15.000 e 60.000 tonnellate/anno) – validità dal 12/05/2016 al 12/05/2021;

Le tre iscrizioni sono state rinnovate nello scorso mese di maggio e in questa fase sono stati inseriti nuovi mezzi, in sostituzione di motrici e autotreni obsoleti, con dotazioni tecniche che garantiscono, nella fase di trasporto, un limitato impatto sull’ambiente.

Il parco mezzi per la raccolta e il trasporto dei rifiuti  è costituito da:

  • autotreni per il trasporto di contenitori scarrabili
  • pianali e centine
  • motrici con gru e polipo per raccolta di rifiuti sfusi
  • autocarri dedicati alle microraccolta;

I mezzi sono idonei e gli autisti adeguatamente formati per quanto previsto dalla normativa ADR sul trasporto delle merci pericolose.

Le merci pericolose che possono essere trasportate sono quelle rispondenti alle classi ADR: 2, 3, 4.1, 5.1, 6.1, 6.2, 8, 9

La Cart è in grado di gestire e coordinare efficacemente gli aspetti logistici legati alla raccolta e al trasporto dei rifiuti e di offrire le soluzioni più svariate in merito alle problematiche specifiche del cliente.

La certificazione
OHSAS 18001

Nel corso del mese di Maggio 2016
La Cart ha ottenuto la certificazione del Sistema di Gestione Sicurezza secondo le norme OHSAS 18001:2007, Certificato N. 22971.

La certificazione OHSAS 18001 attesta l’applicazione volontaria, all’interno di un’organizzazione, di un sistema che permette di garantire un adeguato controllo riguardo alla Sicurezza e la Salute dei Lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti.
Il Sistema di Gestione della Sicurezza consente, con l’utilizzo di procedure formali, di gestire la salute e i rischi di incidenti per la sicurezza dei lavoratori coinvolti nelle attività operative.
Il rischio è spesso considerato come un fattore negativo ma se gestito bene con l’aiuto dello standard OHSAS 18001, consente di ottenere condizioni di lavoro più sicure, migliori prestazioni e nuove opportunità di business.

Lo standard OHSAS 18001 consente di:

  • Identificare i rischi e avviare controlli per la relativa gestione
  • Realizzare le migliori condizioni di lavoro nell’ organizzazione
  • Diminuire gli incidenti e le malattie sul lavoro con conseguente diminuzione dei relativi costi e dell’inattività dei dipendenti
  • Coinvolgere e motivare il personale grazie a condizioni di lavoro migliori e più sicure
  • Dimostrare a clienti e fornitori l’affidabilità dell’Azienda